Feed rss Calabria

  1. videoconferenza 03.07.2020Il lungo tour virtuale che ha portato i vertici federali ad incontrare tutte le società italiane è arrivato anche in Calabria.
    Venerdì 3 luglio, infatti, i massimi esponenti nazionali della Fitet si sono confrontati, in videoconferenza, con il tennistavolo calabrese per fare il punto della situazione dopo il lockdown imposto dal covid-19.
    Per la Federazione erano collegati il Presidente Nazionale Renato Di Napoli, il Vice Presidente Vicario Carlo Borella, il Segretario Generale Giuseppe Marino, il Direttore Tecnico Matteo Quarantelli ed il responsabile dell'ufficio stampa Roberto Levi. 
    Per il Comitato Regionale erano in collegamento il Presidente Giuseppe Petralia, i Consiglieri Stefano Sdringola, Michele D'Amico, Giuseppe Romeo e Giuseppe De Gaio, il Referente Tecnico Antonio Carnovale, il FAR Giovanni Zampaglione, il Segretario Maurizio Leo e l' addetto stampa Antonello Tortorella.
    Collegati anche i Delegati Provinciali di Cosenza (Paolo Cucci), Catanzaro (Antonio Celi) e Vibo Valentia (Mario Laganà).
    Folta la partecipazione delle società calabresi all' importante appuntamento.
    In collegamento i Presidenti di Amatori TT Reggini (Giuseppe D' Ascoli), TT Cosenza (Francesco Piraino), Atlantide Vibo (Gregorio Curello), Casper Reggio ( Claudio Brandi), TT Catanzaro (Antonio Celi), Polisp. Galaxy Reggio (Massimo Mittiga), TT Polistena ( Francesco Ferraro),TT Piscopio (Antonio Carnovale), TT Castrovillari (Giuseppe De Gaio), TT Nuova Luzzi (Mario Federico) e  TT Spezzano Albanese (Paolo Cucci).
    Il Presidente del Comitato Regionale Pino Petralia ha aperto l' incontro con i saluti ai massimi esponenti della Federazione ed ai Presidenti delle Società invitandoli a sfruttare l'occasione per porre domande ai vertici federali.
    Ha preso la parola, quindi, il Presidente Nazionale Renato Di Napoli il quale, dopo i saluti di rito, ha fatto il punto della situazione dopo il lockdown imposto dalla pandemia che ha generato tanti problemi economici e sanitari e che ha investito anche il mondo dello sport.
    Il Presidente Nazionale ha rimarcato il grande sforzo fatto dalla Federazione in termini di contributi economici messi a disposizione delle società per alleviare le sofferenze dovute allo stop forzato dell'attività agonistica. In particolare è stato erogato a tutte le società che hanno svolto attività agonistica un contributo pari al 30% delle quote versate per il 2019/2020 relative ad affiliazione/riaffiliazione, campionati a squadre, tesseramenti tecnici ed atleti. Contributi che hanno riguardato anche i Premi Cini e Mazzi legati ai risultati agonistici, la cui platea delle società beneficiarie è stata notevolmente allargata.
    Oltre a ciò, per la stagione 2020/2021, la riaffiliazione, i tesseramenti atleti e le iscrizioni ai Campionati a squadre saranno gratuiti. Uno sforzo economico, ha proseguito Di Napoli, che è andato ben oltre il milione di euro previsti e che ha indicato nella Fitet, in percentuale rispetto ai contributi del CONI ed agli introiti derivanti dall' attività agonistica, la Federazione Nazionale che ha erogato più aiuti economici di tutte le altre Federazioni sportive. 
    Di Napoli ha evidenziato anche i tanti corsi on line che sono stati fatti negli ultimi mesi a beneficio di tecnici e dirigenti di società augurandosi, però, che quanto prima si possa tornare a fare questi corsi in presenza. Il Presidente ha messo in risalto anche il grande successo riscosso dall'iniziativa dedicata alle scuole di tennistavolo con oltre 180 adesioni in tutta Italia ( 7 in Calabria). Sono stati già formati 14 operatori che avranno il compito di collaborare con le società aderenti per sviluppare il progetto più consono a ciascuna di esse (attività giovanile, promozione, veterani, ecc.). 
    È stata anche stipulata una convenzione assicurativa, con costi a totale carico della Federazione, che tutela i Presidenti di società sui rischi derivanti da eventuali contagi covid-19. 
    A chiusura del proprio intervento, il Presidente Nazionale si è soffermato su quello che oggi è considerato il problema più grosso di gran parte delle Federazioni legato alla prossima ripartenza dell'attività agonistica e cioè l'utilizzo delle palestre scolastiche da parte delle società sportive. Il Presidente Federale ha espresso la sua grande preoccupazione in merito alla ripresa dell'attività agonistica in virtù del fatto che le società potrebbero incontrare molte difficoltà ad utilizzare le palestre delle scuole qualora i dirigenti scolastici dovessero utilizzare tali strutture per attività didattica (formazione nuove aule) per ottemperare alle disposizioni anti covid. Un timore, ha continuato Di Napoli, che è condiviso anche dal Presidente del CONI Giovanni Malagò e da tanti altri Presidenti Nazionali. A tale scopo Di Napoli si è reso promotore di una iniziativa che è stata appoggiata da una ventina di Federazioni. È stata inviata una lettera all' Associazione Nazionale Comuni d'Italia, all' Unione Province d'Italia ed all'Associazione Italiana Presidi con lo scopo di aprire un tavolo di lavoro per affrontare una problematica che, se non risolta, metterebbe in ginocchio circa l' 80% delle società sportive  dilettantistiche delle varie Federazioni che svolgono la propria attività nelle palestre scolastiche. Il Presidente Federale, al termine del proprio intervento, si è detto fiducioso sulla possibilità che alla fine sarà trovata una soluzione favorevole alle società e ha invitato i Presidenti ed il Comitato Regionale a fare pressione sugli enti locali proprietari di tali immobili affinché non  pongano ostacoli sulla concessione delle palestre in orario extracurriculare. 
    Il Direttore Tecnico Matteo Quarantelli ha messo in evidenza i seminari online rivolti ai tecnici e che costituiscono una grande opportunità offerta dalla tecnologia anche in termine di costi ed annullamento distanze. Quarantelli si è compiaciuto per le tante adesioni al  progetto nazionale dedicato alle scuole di tennistavolo e ha indicato in quella che già opera a Reggio Calabria da qualche anno una sorta di apripista. È intenzione della Federazione, ha concluso Quarantelli, creare un portale che consentirà a chiunque di sapere quante e dove si trovano le scuole di tennistavolo e quali servizi offrono.
    È stata la volta, quindi, del Vice Presidente Vicario Carlo Borella che si è soffermato sui vari aspetti connessi alla ripresa dell'attività agonistica. Borella ha evidenziato le varie fasi che la Federazione ha dovuto gestire. Lo stop dell'attività agonistica causa pandemia con conseguente blocco dei campionati a squadre ed attività individuale, la cristallizzazione delle classifiche nei vari campionati e le decisioni assunte dal Consiglio Federale. Niente assegnazione scudetto, due promozioni alla categoria superiore e niente retrocessioni. Il Vice Presidente ha illustrato anche le linee guida che porteranno ( come ci si augura) alla ripresa dei campionati a squadre nel primo weekend di novembre.
    Ci sarà una pre iscrizione ai campionati nazionali - tranne A1 - con la quale le società indicheranno la volontà a partecipare al campionato cui hanno diritto oppure chiederanno l' ammissione alla serie superiore o la retrocessione alla serie inferiore. Il termine è fissato al 31 Agosto. Successivamente l'iscrizione diventerà definitiva con la validazione della categoria richiesta.
    Per quanto riguarda il campo gara, ha proseguito Borella, verrà data la possibilità alle società di indicarne uno nelle regioni confinanti. Ciò per andare incontro a quelle società che dovessero avere difficoltà a reperire una struttura causa problematiche che potrebbero derivare dalle concessioni delle palestre scolastiche. Si è pensato anche di estendere l'orario di inizio partite fino alle 18.00 della domenica purché si giochi su due tavoli e saranno diminuiti i km (da 300 a 200) per consentire di accorpare le trasferte. Per quanto riguarda il numero delle squadre nei gironi l'orientamento è quello di lasciarlo invariato (otto). La serie B femminile sarà riproposta con gironi a 6 squadre ed a concentramenti mentre per i campionati  veterani ancora non si è deciso nulla. 
    Per quanto riguarda l' attività individuale il Vice Presidente Vicario ha confermato che la ripresa potrà avvenire non prima del 2021 e ci saranno ovviamente da attendere i vari protocolli di sicurezza per l'attività ufficiale atteso che quelli in atto riguardano solo gli allenamenti. 
    In relazione all'attività giovanile, anche per rispondere ad una domanda del Consigliere Regionale Michele D'Amico, Borella si è detto poco convinto sul fatto che potessero essere organizzati tornei di qualificazione anche in una struttura come Terni ed in più giornate per la difficoltà, comunque, a gestire un cospicuo numero di persone alle quali devono essere garantite le norme di sicurezza. Per quanto riguarda, invece, i Campionati Italiani, saranno disputati per fasce d'età e non per categoria, allo scopo di consentire il recupero dell'anno perduto nella stagione agonistica 2019/2020 interrotta causa covid.
    Ci sono stati, quindi, numerosi e Francesco Piraino qualificati interventi dei Presidenti di società su vari argomenti. Tutti però, unanimemente, hanno mostrato grande preoccupazione per il discorso legato all'assegnazione delle palestre scolastiche ed hanno espresso soddisfazione al Presidente Federale per tutte le iniziative messe in atto in stretta sinergia con i Presidenti delle altre Federazioni e con il Presidente del CONI Giovanni Malagò.
    Il Presidente Regionale Fitet Pino Petralia, componente della Giunta CONI Calabria, ha reso noto che nei giorni scorsi il Presidente Regionale CONI Avv. Maurizio Condipodero ha avuto un cordiale colloquio con la Governatrice della Calabria Iole Santalli la quale ha dimostrato grande sensibilità verso le difficoltà che sta incontrando il movimento sportivo dilettantistico calabrese ed ha promesso un sostegno economico a favore delle società.
    Con i saluti finali del Presidente Nazionale Renato Di Napoli e del Presidente Regionale Pino Petralia, la videoconferenza si è chiusa dopo due ore e mezza di proficuo dibattito.

  2. Videochat 02.05.2020 CR FITeT CalabriaNella giornata di ieri 02 Maggio, si è riunito il Comitato Regionale della FITeT Calabria in video conferenza.

    Alla riunione, come gradito ospite, ha presenziato il Presidente Federale Renato DI NAPOLI.

    I lavori sono proseguiti con l’approvazione del verbale dell’ultima riunione di Comitato e delle delibere Presidenziali n.2/2019, n.3/2019, n.1/2020, n.2/2020 e n.3/2020.

    Successivamente, sulla base di quanto deciso a livello Nazionale in merito alla chiusura della stagione agonistica 2019-2020, in considerazione delle posizioni in classifica dei Campionati a Squadre di serie C2 e Serie D fin qui delineate, il Comitato ha dichiarato la società ASD TT NUOVA LUZZI (1ª in classifica di C), promossa nella serie C nazionale; ha dichiarato che le società ASD TT NUOVA LUZZI (1ª in classifica nel girone Nord), ASD TT CATANZARO (1ª in classifica del girone Centro – in base al quoziente Punti/partite disputate) e lasocietà ASD TT POLISTENA (1ª del girone Sud), promosse dalla Serie D all serie C2. Ha deciso di non far retrocedere nessuna squadra dalla serie C2 alla serie D.

    Il comitato ha inoltre deciso, ricollegandosi a quanto deliberato a livello nazionale per l’assegnazione dei premi dei Trofei “CINI” e “MAZZI”, considerando anche che più del 50% delle manifestazioni regionali che concorrevano all’assegnazione dei punti si sono svolte regolarmente, di assgnare l’edizione della Coppa CALABRIA “Tonino DI FRANCESCO” 2019-20 alla società ASD TT CASPER (attualmente al 1° posto della classifica).

  3. Videochat 25.04.2020 FITeT CalabriaIn tempi di pandemia scatenata da Covid-19 che ha imposto il blocco di tutte le attività sportive agonistiche, di grande aiuto (in questo caso) è stata la tecnologia. Ed è così che il Presidente Regionale Pino Petralia, sabato 25 aprile, ha voluto incontrare in videoconferenza i Presidenti delle Società calabresi di tennistavolo. In collegamento anche i Consiglieri Regionali Stefano Sdringola, Michele D'Amico e Giuseppe De Gaio, il Segretario del CR Maurizio Leo, i Delegati Provinciali Paolo Cucci (Cosenza), Antonio Celi (Catanzaro) e Mario Laganà (Vibo Valentia), il FAR Calabria Giovanni Zampaglione e l'addetto stampa del CR Antonello Tortorella. I Presidenti delle Società che hanno accettato l'invito sono stati Giuseppe D' Ascoli (Amatori TT Reggini), Francesco Piraino (TT Cosenza), Gregorio Curello (Atlantide Vibo), Francesco Caratozzolo (TT Bagnara), Claudio Brandi (TT Casper), Antonio Celi (TT Catanzaro), Massimo Mittiga (Polisp. Galaxy), Antonio Carnovale (TT Piscopio), Francesco Ferraro (TT Polistena), Giuseppe De Gaio (TT Castrovillari), Mario Federico (TT Nuova Luzzi), Antonio Mastroianni (TT Conflenti), Paolo Cucci (TT Spezzano Albanese) e Giuseppe Pagano ( TT Cinquefrondi).
    Il Presidente Petralia, dopo i saluti di rito, ha messo al corrente i partecipanti su quanto è emerso nella recente videoconferenza tenuta dai Presidenti Regionali del Sud Italia con il Presidente Federale Renato Di Napoli ed il Vice Presidente Carlo Borella. Petralia ha riferito sull'unanimità delle posizioni assunte dalle Regioni del Sud che hanno portato a chiedere ai vertici federali di chiudere la stagione agonistica 2019/2020 con l'attività svolta fino al lockdown. Per i Campionati a squadre nazionali si è chiesto di promuovere alla categoria superiore la prima in classifica di ogni girone e di bloccare le retrocessioni. Anche per l'attività individuale unanime consenso per il definitivo stop considerato che è impossibile far disputare le varie manifestazioni assolute e giovanili per l'assegnazione dei titoli. I Presidenti Regionali del Sud hanno anche espresso al Presidente Nazionale le forti preoccupazioni per la concreta ripresa della prossima stagione agonistica che, inevitabilmente, risulterà stravolta dalle limitazioni che le autorità governative nazionali e locali  imporranno anche allo sport. In particolare quelle relative alle Palestre scolastiche utilizzate dalla quasi totalità dalle Società che svolgono attività e che, quasi certamente, dovranno fare i conti anche con la ritrosia dei Dirigenti scolastici a concedere il proprio nullaosta pur non essendo proprietari degli immobili. Petralia ha anche fatto presente che è stato chiesto ai vertici della Federazione di ripartire privilegiando l'attività a squadre per poi, si spera all'inizio del 2021, tentare con quella individuale che, per le sue peculiarità, è certamente più complicata da gestire ed organizzare osservando le misure di sicurezza che saranno imposte. È stato altresì richiesto dai Comitati Regionali al Presidente Di Napoli un tangibile aiuto economico alle Società in evidente difficoltà per il blocco dell'attività che potrebbe concretizzarsi nella gratuita riaffiliazione e/o iscrizione ai Campionati a squadre per il prossimo anno o, comunque, in una forte riduzione delle tasse anche per quanto riguarda il tesseramento atleti. Di Napoli ha assicurato che le richieste avanzate saranno prese nella giusta considerazione e che ogni decisione sarà assunta nel Consiglio Federale previsto per giorno 28 Aprile. Per quanto riguarda, invece, l'attività regionale a squadre, il Presidente ha informato che l'orientamento è quello di promuovere in C2 la prima in classifica dei tre gironi di D1 al momento del blocco, mentre per la promozione dalla C2 alla C nazionale sarà obbligatoriamente la prima a salire in virtù del fatto che la Federazione ha assegnato alla Calabria un solo posto. Nessuna retrocessione dalla C2 alla D1.
    Anche per l'attività individuale regionale, lo stop è inevitabile con conseguente non assegnazione dei titoli. Petralia ha informato che ogni decisione sarà presa nel corso del prossimo Comitato Regionale che si riunirà a breve sempre in videoconferenza. Il Presidente ha informato che il CONI Regionale ha inoltrato una formale richiesta alla Governatrice della Calabria Iole Santelli per un concreto aiuto economico alle Società Sportive ed una richiesta ai Sindaci calabresi per l'utilizzo gratuito delle palestre scolastiche. Durante la videoconferenza graditissimo è stato il saluto che il Presidente Nazionale Renato Di Napoli ha inviato ai partecipanti tramite messaggio inoltrato a Petralia.
    Sono stati numerosi gli interventi dei Presidenti societari. Brandi del Casper ha chiesto cosa si deciderà per la Coppa "Di Francesco" e ha auspicato che il trofeo sia assegnato alla propria Società prima in graduatoria anche in relazione al fatto del cospicuo distacco in atto con la seconda in classifica. Petralia ha assicurato che la decisione sarà presa nella prossima riunione di CR ribadendo l'intenzione di non penalizzare alcuno. D'Ascoli degli Amatori Reggini ha espresso la propria preoccupazione per l'utilizzo delle palestre scolastiche che dovranno essere oggetto di continue ed accurate sanificazioni dopo ogni attività ammesso che le stesse vengano concesse da Comuni e Province. Curello dell'Atlantide Vibo ritiene giusto che siano cristallizzate le classifiche al momento del blocco, con conseguente promozione della prima in classifica. Federico del Luzzi ha evidenziato la propria amarezza per lo stop all'attività agonistica e messo in rilievo le enormi difficoltà per la programmazione della prossima stagione. Piraino del TT Cosenza ha informato della concreta possibilità di utilizzare la palestra di Paterno Calabro che darebbe respiro allo svolgimento dell'attività locale. Paolo Cucci dello Spezzano Albanese ed in qualità anche di Delegato Provinciale di Cosenza ha ribadito la grande importanza che riveste il mantenere un continuo contatto con i giovani atleti specialmente in un periodo come questo. Massimo Mittiga della Polisp. Galaxy ha chiesto se la sua squadra di B2, rinunciataria al campionato, manterrà la categoria considerato l'orientamento che porterà al blocco delle retrocessioni. Petralia ha risposto che, come da regolamento, non sarà possibile. De Gaio del Castrovillari auspica una rapida ripresa dell'attività sportiva e propone meno gironi in D1 per poter giocare con maggiore frequenza. Ferraro del TT Polistena si dichiara convinto che i Dirigenti scolastici non daranno il proprio consenso per l'utilizzo delle palestre e che si dovrà trovare, comunque, una soluzione che consenta di poter giocare. Antonio Celi del TT Catanzaro ed anche Delegato Provinciale, fa presente che in città, per fine anno, ci sarà la possibilità di utilizzare una palestra ed auspica un ritorno, per le gare a squadre, alla formula della swaythling standard (nove partite). Antonio Mastroianni del TT Conflenti esprime forti perplessità sulla ripartenza che avverrà con difficoltà. Antonio Carnovale del TT Piscopio ed in qualità di Referente Tecnico Regionale, rimarca la poca adesione degli atleti ai tornei individuali in Calabria. Confuta la tesi avanzata da alcuni che hanno lamentato un eccessivo stacco temporale, nei campionati a squadre regionali, tra un concentramento e l'altro. Carnovale evidenzia che nei campionati a squadre nazionali, il cui sviluppo è con la classica formula, il tempo che intercorre tra la disputa di una giornata e l'altra è praticamente lo stesso. Si rammarica, altresì, che non è stata colta dalle società l'opportunità di organizzare stage giovanili nei fine settimana lasciati liberi dal calendario e si dichiara già pronto, qualora fosse possibile, a ripartire con raduni giovanili fin da subito avvalendosi della preziosa collaborazione di Michele D'Amico. Giuseppe Pagano del TT Cinquefrondi comunica che si è sentito con il Sindaco dal quale ha ricevuto la disponibilità per l'utilizzo del Palasport anche per la prossima stagione agonistica. La problematica sarà quella della sanificazione dopo ogni utilizzo che potrà essere risolta previo accordo con la società di pallavolo anch'essa fruitrice dell'impianto. Petralia ringrazia Pagano per la grande disponibilità sempre dimostrata così come tutta l'Amministrazione Comunale di Cinquefrondi. Il FAR Calabria Giovanni Zampaglione ha comunicato che è stato effettuato un corso che ha qualificato tre AGA ed ha ringraziato per la collaborazione avuta durante la stagione gli AGA Maurizio Leo ed Antonello Tortorella. Il Consigliere Regionale Stefano Sdringola ha evidenziato che il problema principale sarà l'utilizzo delle palestre. Non di secondo ordine i problemi tecnici che il tennistavolo si troverà ad affrontare principalmente per quanto riguarda la condivisione della pallina tra un atleta e l'altro durante il gioco. Ritiene corretta la richiesta avanzata da Brandi in merito all'assegnazione della Coppa Calabria al Casper. Il Consigliere Regionale Michele D'Amico evidenzia la totale incertezza che, allo stato attuale, non consente una obiettiva programmazione per il futuro almeno fino a quando la situazione non sarà più definita. Il Delegato Provinciale di Vibo Valentia Mario Laganà esprime forti perplessità sulla ripresa dell'attività e si dichiara favorevole alla formula dei concentramenti, nei campionati a squadre, adottata in questa stagione auspicando una riproposizione per la prossima stagione. Il Segretario Regionale Maurizio Leo ha evidenziato che ci sono Società la cui attività è prevalentemente dedicata ai Campionati a squadre regionali e che, quindi, hanno sofferto di più lo stacco temporale tra un concentramento e l'altro. Ed a proposito di questo, considerato che si è molto dibattuto sull'utilità o meno della  formula a  concentramenti introdotta nella corrente stagione, Petralia ha chiesto ai Presidenti di Società di pronunciarsi in merito. La maggioranza delle Società si è dichiarata favorevole  con l'eccezione di Atlantide Vibo, Luzzi e Catanzaro che si sono dichiarate contrarie. Dopo due ore di proficuo dibattito, il Presidente Pino Petralia ha ringraziato tutti e ha rimandato ad un nuovo incontro, sempre in videoconferenza, che si terrà nel prossimo mese di maggio. 

     

  4. Lutto tennistavoloIl Presidente Regionale Fitet Calabria Giuseppe Petralia, i Consiglieri e tutto il tennistavolo calabrese si uniscono al dolore dell'Arbitro Internazionale Silvio Morabito per la perdita della cara MAMMA. A Silvio ed a tutta la sua famiglia le più sentite condoglianze.

  5. logo Fitet CalabriaIl Presidente Regionale Giuseppe Petralia, vista la delibera d' urgenza del Presidente Federale Renato Di Napoli con la quale sono state sospese e/o rinviate le manifestazioni a squadre ed individuali su tutto il territorio nazionale a seguito del decreto governativo emesso per contrastare l'emergenza " coronavirus", a sua volta, con delibera d'urgenza 3/2020 del 4 marzo e sentiti i Consiglieri Regionali, ha stabilito quanto di seguito riportato:
    ° Rinvio al 4-5 Aprile dei concentramenti relativi ai Campionati Regionali a squadre di C2 e D a porte chiuse in programma domenica 8 marzo;
    ° Rinvio a data da destinarsi dei Campionati Regionali Individuali Giovanili e Promozionali in programma sabato 14 marzo;
    ° Rinvio a data da destinarsi della seconda prova regionale individuale di IV e VI categoria in programma domenica 15 marzo.